Nuovi protocolli vaccinali nel gatto

La medicina veterinaria compie continui passi avanti, ormai una pratica comune e routinaria come la vaccinazione dei nostri gatti inizia a diventare sempre più articolata e personalizzata secondo le specifiche esigenze di ogni animale.

La WSAVA (Associazione mondiale dei medici veterinari per piccoli animali) ha da poco pubblicato le nuove linee guida sulle vaccinazioni del cane e del gatto, gli studi su cui si basano questi nuovi protocolli dimostrano che ogni paziente necessita di un piano vaccinale personalizzato e che questo piano può variare di anno in anno in base allo stato immunitario e allo stile di vita del gatto rendendo ancora più importante questo tipo di profilassi.

Fino a poco tempo fa i nostri gatti venivano sottoposti tutti allo stesso protocollo vaccinale, ora le cose sono cambiate, la valutazione annuale del titolo anticorpale, pratica un tempo quasi non considerata ora è caldamente consigliata in quanto consente di personalizzare l’intervento vaccinale in modo da evitare inutili somministrazioni di vaccino qualora il paziente risulti già sufficientemente coperto.

La valutazione del titolo anticorpale e la conseguente scelta del più appropriato approccio vaccinale diventano quindi sempre più un investimento sulla salute del nostro amico non umano.

La nostra struttura segue le indicazioni fornite dalle più recenti linee guida per la vaccinazione del cane e del gatto, in occasione delle visite per le profilassi annuali i medici potranno illustrarvi il miglior piano vaccinale per il vostro gatto.


Principali patologie oggetto di vaccinazione nel gatto

Calicivirus ed Herpesvirus

Causano forme respiratorie e congiuntivali a volte imponenti soprattutto nei gattini (possono essere contratti anche dagli adulti). Si presentano con sintomatologia respiratoria importante (tosse, sternuti, scolo nasale), congiuntivite a volte molto grave soprattutto dovuta ad Herpesvirus (alcuni gattini perdono addirittura la vista), ulcere linguali nel caso di Calicivirus. La vaccinazione è un’arma importantissima nella prevenzione di queste patologie.

Gastroenterite felina/Panleucopenia

Sostenuta da un Parvovirus è forse la patologia infettiva più pericolosa per il gatto e il gattino, è caratterizzata da un alto tasso di mortalità. Si manifesta come una gravissima gastroenterite, esordisce improvvisamente con vomito e diarrea spesso emorragica, gravissima disidratazione e causa una forte diminuzione dei globuli bianchi. La vaccinazione contro questa patologia è fondamentale.

Leucemia felina (FeLV)

Il virus della leucemia felina (FeLV) viene di solito trasmesso per contatto diretto tra gatto sano e gatto infetto, tramite morsi, graffi, accoppiamenti e più raramente dalla condivisione prolungata delle ciotole, può essere trasmesso dalla gatta ai gattini durante la gravidanza e l’allattamento. Può rimanere latente per molto tempo, purtroppo per questa patologia non c'è cura e i sintomi che causa sono di solito molto gravi. La vaccinazione contro la FeLV è caldamente consigliata nei gatti liberi di uscire.